Verona in Love

Love Me!

È un cuore capiente, ricco di amore da spandere
e di speranza da elargire.
Ogni suo battito è un'emozione, la nostra.
Love Me!

                       
pum pum ♥ pum pum ♥ pum pum ♥
Ascolto il mio cuore che batte, che pulsa, che vive.
Mi lascio cullare da questo battito e sfilano dentro di me particelle di vita.
Perché in quel pum ♥ pum ♥ pum ♥ pum, c'è tutto, tutto quello che siamo, tutto quello che vediamo, sentiamo, gustiamo, tocchiamo, annusiamo. In quel battito ci sono il cielo, il mare, la natura, c'è l'universo intero.
Ci sono io. Ci siamo noi.
(dal testo “Love Me” di Maria Teresa Ferrari)

Verona è un cuore che pulsa d'amore, perché così ha voluto Shakespeare. E “Verona in Love” ogni anno celebra l'amore con decine di eventi che a febbraio animano la città scaligera in occasione di San Valentino. E' stata l'arte, quest'anno, a coronare la manifestazione grazie a un progetto di Manon Comerio, LOVE ME!, dedicato al simbolo per eccellenza dell'amore, il cuore. A promuoverlo è stata Manon Comerio art projects in collaborazione con il Comune di Verona e la Provincia di Verona Turismo, e con il sostegno di Amia, Agsm, Cementile e Pinko. L'artista scelta per donare emozioni d'amore con la sua arte è stata Piera Legnaghi, scultrice veronese nota in ambito nazionale, che ha appositamente realizzato una grande scultura fatta a cuore, "Love Me!", che ha inaugurato “Verona in Love” ed è rimasta in Cortile Mercato Vecchio per tutta la durata della manifestazione. A richiamare la scultura-simbolo dell'artista sono anche i gioielli, appositamente realizzati dalla Legnaghi per l'occasione e il primo “Cappello d'artista”, firmato sempre dalla scultrice, che ha inaugurato la collezione “LOVE” dei “Cappelli ad Arte” di Maria Teresa Ferrari, disegnati da Giampaolo Malesani.
Nell'immaginario collettivo l'amore a Verona ha una dimora, la Casa di Giulietta, e proprio all'interno di essa che, sempre nell'ambito del progetto di Manon Comerio, è stata presentata l'installazione in ceramica di Adriana Albertini, “Eros e Thanatos”. 
Tanti dunque gli appuntamenti di “Love Me!”, che si sono arricchiti di parole d'amore assieme alle scrittrici Maria Teresa Ferrari e Valeria Benatti, unite nell’incontro “Amarsi e amare di gusto per essere felici. Le mille facce dell'amore fra autostima, rispetto, cura di sé, passioni e pericolosi inganni”.

Verona in Love ha lanciato quest'anno il cappello del cuore, Love Me!, appositamente pensato per la collezione “Cappelli ad Arte” di Maria Teresa Ferrari, disegnata da Gianpaolo Malesani. Un #copripensieri, ricco di valori, simbolo dell'amore in azione a tutto tondo. E' stato donato alle coppie premiate per aver scritto il messaggio d'amore più bello ed è stato anche venduto per raccogliere fondi a favore dell'associazione "La Cura Sono Io".