I benefici dello yoga

La prevenzione del tumore passa attraverso diversi aspetti della nostra quotidianità. Molti studi hanno dimostrato come il mantenimento di un equilibrio psicofisico, che passa anche attraverso la comprensione e la riscoperta di se stessi, sia uno degli aspetti fondamentali nella prevenzione e nella cura delle neoplasie.
Lo yoga, antica disciplina orientale, è una pratica che coinvolge diverse sfaccettature della nostra vita. Attraverso esercizi di respirazione, meditazione e rilassamento, aiuta a placare situazioni di ansia e sconforto che spesso le persone si trovano ad affrontare durante la terapia. Diversi studi hanno osservato che praticare yoga, meditazione o tecniche di rilassamento muscolare può avere effetti benefici sui malati di cancro: può contribuire a ridurre l’affaticamento, la sonnolenza diurna, aumentare la vitalità, migliorare
la qualità del sonno e, pertanto, migliorare la qualità di vita.

La Scimmia Yoga

La Scimmia Yoga è nato nel 2012, ospitando un primo corso di Vinyasa Yoga per principianti, e da allora ha continuato a crescere ed espandersi. Ideatrice di questo progetto è Sara Bigatti, che insegna yoga da quando ha terminato gli studi universitari e ha iniziato a girare il mondo. Questo le ha dato l’opportunità di incontrare la pratica del Vinyasa Yoga in Messico, di praticare con molti insegnanti e di studiare e insegnare anche in India. Da qui è nata l’idea di creare dei contenuti online, disponibili ai praticanti in ogni momento e in ogni luogo del pianeta. www.lascimmiayoga.com

La scorsa estate è stata avviata la sperimentazione di una App, con playlist e ritmi musicali da creare, dedicata ai malati di tumore. Messa a punto dai neurologi e dagli architetti della University of Cincinnati, mira ad attenuare il disagio legato alle terapie chemioterapiche, la cosiddetta «nebbia» che rende faticoso comprendere e parlare durante i cicli di cure. In corso, il primo studio.