il 26 maggio a Bassano La Cura Sono Io sfila con Les Amis

Sabato 26 maggio dalle 16 prende il via dal centro di Bassano del Grappa una sfilata di urban fashion per La Cura Sono Io, l’associazione solidale con le donne in rosa fondata dalla giornalista Maria Teresa Ferrari dopo l’esperienza di un carcinoma. Una iniziativa voluta dal marchio di abbigliamento artigianale bassanese Les Amis, che ha appositamente fatto realizzare queste magliette per raccogliere fondi per l'associazione veronese.

A partire da Viale dei Martiri una quindicina di modelle si muoveranno lungo le vie più caratteristiche della cittadina, per ritrovarsi tutte in piazza Libertà, indossando una T-shirt realizzata appositamente da Les Amis abbinata ai capi romantici della collezione Les Amis, di ispirazione francese. Un prodotto esclusivo che nasce dalla passione e continua ricerca di tessuti e materiali. Proprio come i Cappelli di Terry della nuova collezione Eden, impreziositi da fiori dai colori vivaci, che daranno alle modelle un tocco originale al loro look.

I proventi di ogni maglietta, che si potrà acquistare in boutique, saranno devoluti a La Cura Sono Io, che promuove progetti dall’ambito oncologico alle arti, tutti finalizzati a “progettare bellezza” stimolando la creatività anche nei momenti difficili della vita.

Alle 19 l’appuntamento è fissato nella boutique Les Amis, in Viale dei Martiri 74, per un cocktail coronato dal saluto da parte della fondatrice Maria Teresa Ferrari, reduce dalla partecipazione lo scorso weekend alla Race for the Cure a Roma, manifestazione per la prevenzione del tumore al seno di rilievo mondiale organizzata da Susan G. Komen Italia.

Un’occasione, quella di Bassano, anche per vedere, indossare ed acquistare i modelli più trendy della nuova collezione dei Cappelli di Terry, realizzati da una cooperativa dove lavorano sarte che hanno storie legate a disabilità oncologiche. Ogni copricapo contribuisce a sostenere e promuovere la ricerca.

Ringrazio Les Amis per aver coniugato bellezza e moda in favore di una causa che mi sta particolarmente a cuore”, spiega Maria Teresa Ferrari, presidente de La Cura Sono Io. “In primo piano i cappelli, simbolo di solarità e di un orientamento positivo a dispetto della malattia, pensati per regalare a ogni donna comfort e bellezza, anche nei momenti di sofferenza”. A lei si unisce Anna Todesco, titolare di Les Amis, che aggiunge: “Credo moltissimo nel valore delle iniziative promosse da La Cura Sono Io. I nostri capi made in Italy dal gusto romantico si sposano perfettamente con i cappelli di Terry e con il loro mood floreale”.

 

L’associazione “La Cura Sono Io” è nata nel 2017 per iniziativa della sua presidente, Maria Teresa Ferrari, scrittrice e curatrice di eventi d’arte e di cultura, che a 50 anni ha dovuto affrontare un carcinoma mammario e terapie oncologiche. Di pari passo con la sua rinascita, il desiderio di “progettare bellezza, nonostante” con tutte le donne, alimentando una community su Facebook: un impegno che le è valso il Premio Victoria 2017 con Maria Grazia Cucinotta, promosso da Procter & Gamble con la “27esima ora” del Corriere della Sera. Per ritrovare il proprio benessere e risvegliare e sostenere l'amore della persona per se stessa e la propria vita, l'associazione promuove progetti che dall'ambito oncologico si estendono alle arti in genere, anche grazie al sostegno della Fondazione Cattolica, che sono stati presentati a gennaio alla Camera dei Deputati a Roma. Primo tra tutti, “I sogni di Terry”, che comprende la collezione di cappelli e copricapi estrosi e anallergici Cappelli ad Arte, portatori di messaggi positivi, pensati in particolare per chi vive la nudità improvvisa della sua testa, causata dalla chemioterapia o da altre patologie. #Copripensieri che aiutano e promuovono la ricerca contro il cancro. “Le parole che ci salvano”, rassegna di incontri da gennaio a marzo con esponenti dal mondo della cultura e delle scienze, tratta un tema complesso e vitale quale l'uso delle parole nei momenti più dolorosi. “Il Cuore in testa”, il progetto partito da Verona a ottobre che ha fatto tappa a Milano il 6 e 7 febbraio a Palazzo Marino, promosso in collaborazione con l'Assessorato alle Politiche sociali, Salute e Diritti di Milano, legato alla diffusione della prevenzione del tumore al seno, che ha previsto una mostra di ritratti di donne e il convegno: “"Tumore al seno: dalla cultura della prevenzione alla cura estetica ed interiore per migliorare la qualità della vita”. La terza tappa de “Il Cuore in testa” si è svolta sabato 19 maggio a Roma al Circo Massimo in occasione della 19ma edizione di “Race for the cure” promosso sa Susan G. Komen Italia per la lotta ai tumori del seno.

 

Info: Associazione Culturale La Cura Sono Io – cell. 329 0140241

www.lacurasonoio.itsegreteria@lacurasonoio.it Facebook: La cura sono io e Maria Teresa Ferrari  - Per la stampa: Monica Sommacampagna – lacurasonoio@gmail.com – cel. 335.6244116