Lettura Espressiva
in ambienti di cura

Grazie al gruppo dei Lettori Volontari del Circolo del Lettori di Verona i libri diventano un’occasione di incontro e di cura della solitudine. A chi adora ascoltare grandi storie, i Lettori Volontari prestano la loro voce per leggere e discutere le più belle opere letterarie classiche e contemporanee.

La biblioterapia, o libroterapia ha radici antiche nella cultura umanistica occidentale ed è oggi riconosciuto da molti psicologi, psicoterapeuti nel mondo, come efficace metodo di intervento.

Grazie a un processo di “presa in carico di sé” tramite la riflessione personale e di gruppo sui temi centrali di un testo letterario. La lettura ad alta voce ha l’obiettivo di attivare nel paziente in ascolto un processo di biblioterapia. È contestualizzabile come una pratica di arteterapia dove la creatività/espressività della persona viene stimolata e incoraggiata.

Dal 2015 fino all’emergenza Covid 19, la lettura espressiva è stata svolta si è tenuta in vari reparti dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona. Ora, il progetto si svolge con incontri virtuali sulla piattaforma on line Zoom.

Gli incontri sono individuali. Ma è anche possibile formare gruppi di ascolto per conoscersi e per condividere il significato di una certa storia.

Referente del progetto per il Circolo dei Lettori di Verona è Angelo d’Andrea. Laureato in Sociologia, Scienze della Comunicazione all’Università “La Sapienza” di Roma e in Scienze e tecniche psicologiche all’Università di Verona.

 

Si riceverà un link per partecipare on line dal proprio computer o smartphone.
Partecipare è semplicissimo.
Basta essere curiosi!
E inviare una mail al Referente del progetto, Angelo D’Andrea, angelo.dandrea@circololettoriverona.it oppure un messaggio whatsapp al numero 3516552424.

Si riceverà un link per accedere dal proprio computer o smartphone.