Usiamo la Creatività

«Trasformando il pensiero nel loro fare creativo, che le ha aiutate a superare la malattia, le autrici hanno trasferito in queste pagine la loro voglia di vita, il desiderio di tornare a sorridere, di abbracciarsi, di vedere oltre».

La creatività è la capacità di trascendere l’ordinario, di pensare fuori dagli schemi, di esprimersi con parole nuove per superare il malessere psichico cui le prove della vita ci sottopongono. Spesso pensiamo alla creatività come se fosse limitata alla sfera artistica, ma è un elemento necessario in tutti gli ambiti della vita. Non è mai tardi per attingere dentro di sé a questa fonte capace sempre di sorprenderci.

Dal libro “La Cura Sono Io. Per vivere ho bisogno di me” (Edizioni Minerva) di Maria Teresa Ferrari con illustrazioni di Valentina D’Andrea

Quando il peso delle regole (morali) spegne la vita, schiaccia il desiderio e inibisce la creatività, la psicoanalisi opera per sottrarre l’uomo da questo peso sacrificale, per restituirgli la libertà del desiderio e della creatività come manifestazione del desiderio stesso.

Uno dei più noti psicoanalisti italiani, Massimo Recalcati, parla del rapporto tra la Legge, la libertà, il desiderio e la creatività alla nona edizione del Festival Pistoia – Dialoghi sull’uomo.

Massimo Recalcati insegna alle Università di Pavia e di Verona. È fondatore di Jonas Onlus – Centro di clinica psicoanalitica per i nuovi sintomi e direttore scientifico della scuola di specializzazione in psicoterapia IRPA. Membro fondatore e membro analista della ALIpsi (Associazione Lacaniana Italiana di Psicoanalisi), svolge l’attività di supervisore clinico presso diverse istituzioni sanitarie. É autore di numerose pubblicazioni.